Dipendenze e Ludopatie2019-07-28T13:51:14+02:00

DIPENDENZE DA ALCOL, DROGHE, SESSO, SHOPPING, TECNOLOGICHE E LUDOPATIE

LE DIPENDENZE SONO SUBDOLE. SCOPRIAMO CON INTERVENIRE PER CONTENERE LA DIPENDENZA, CON UNA TERAPIA PSICOLOGICA MIRATA

La dipendenza è l’assuefazione a una sostanza o ad un comportamento la cui inibizione porta a disturbi fisici e psichici.

Può trattarsi di dipendenza da sostanze con potere psicoattivo (cocaina, alcol, nicotina e sigarette, marijuana, sedativi, amfetamine, lsd e altri allucinogeni) o da abitudini, comportamenti e stili di vita (affettiva, uso di internet, del cellulare, lavoro, shopping, gioco d’azzardo, sesso).

La dipendenza è caratterizzate da:

  • tolleranza, ossia bisogno di aumentare progressivamente la dose per produrre l’effetto ottenuto originariamente con dosi minori;
  • dipendenza fisica, stato di adattamento fisiologico a una sostanza che si manifesta con una sindrome da sospensione (astinenza), malessere psicofisico che si manifesta quando si interrompe o si riduce il comportamento o l’uso dello strumento;
  • dipendenza psicologica, si associa a sensazioni di soddisfazione e al desiderio di ripetere l’esperienza della sostanza o di evitare il disagio di non averla.
  • conflittualità nei rapporti interpersonali e conflitti interpersonali; cambiamenti di umore e di comportamento.
  • dominanza la dipendenza domina i pensieri, i sentimenti e i comportamenti dell’individuo, assumendo un valore primario tra tutti i suoi interessi.

Esistono e si classificano diverse tipi di dipendenze

  • Alcolismo o dipendenza dal alcol – abuso continuato di bevande alcoliche.
  • Tossicodipendenza o dipendenza da droghe – assuefazione a uno stupefacente o sostanza psicoattiva (oppiacei, ansiolitici e ipnotici, cannabis, cocaina, amfetamina, allucinogeni, fenciclidina, solventi volatili, nitriti volatili, ecc.).
  • Gioco d’azzardo patologico o ludopatia – ossessione-compulsione per il gioco d’azzardo.
  • Dipendenza tecnologica o da tecnologia – eccessiva interazione uomo-macchina (televisione, computer, cellulare, ecc.).
  • Dipendenza da internet – eccessivo uso di internet e realtà virtuali, dipendenza da MMORPG e realtà alternative.
  • Shopping compulsivo – persistente incapacità di controllare e di resistere all’impulso di comprare oggetti, anche inutili o non desiderati.
  • Dipendenza sessuale – incontrollabile impulso sessuale, la cui soddisfazione è solo limitata e momentanea

DIPENDENZA AFFETTIVA

La dipendenza affettiva, fa riferimento a comportamenti incentrati sulla paura di perdere il partner, del momento o di vita, agendo su di esso comportamenti possessivi, di controllo e di gelosia.

E’ una dipendenza trasversale che coinvolge l’uomo quanto la donna creando rapporti disfunzionali  di coppia. Poggia su modelli familiari, per lo più caratterizzati da messaggi contraddittori, che hanno generato disistima, ed insicurezza in sé da cui la tendenza a dipendere dall’altro per qualsiasi scelta. La paura del distacco, della separazione, della solitudine rendono l’individuo funzionante solo in relazione ad un “Tu esterno da Sé” cui appoggiarsi e fare continuo riferimento. Una sorta di protesi fisica e psichica che genera dipendenza.

DIPENDENZA TECNOLOGICA : LA SINDROME DI HIKIKOMORI

La sindrome di Hikikomori, diffusa in Giappone e a rapida contaminazione planetaria, rappresenta la forma più drammaticamente evoluta di dipendenza tecnologica.  Caratterizzata da una situazione di assoluto isolamento sociale, cattura adolescenti, di età  compresa tra i 14 e i 25 anni, fino a condurli alla totale  esclusione dalla realtà.

Incatenati davanti al computer, rinchiusi nella propria stanza, non lavorano, non studiano. Tutto il tempo è investito  davanti allo schermo, ed Intenet è l’unico assoluto interlocutore con il mondo esterno.

Al momento, in Italia, se ne contano  già due milioni.

L’abuso riguarda le modalità di utilizzo di varie tecnologie, dal cellulare agli ambienti accessibili attraverso Internet, i sintomi da dipendenza tecnologica sono :

  • progressivo e sostanziale aumento del tempo trascorso su Internet e sui videogiochi online MMORPG;
  • diminuzione dell’interesse per le attività offline, per gli hobby abituali e per gli amici;
  •  peggioramento dell’umore: aggressività, stanchezza, agitazione, sbalzi d’umore;
  •  peggioramento delle performance scolastiche.

LUDOPADIA : DIPENDENZA DAL GIOCO D’AZZARDO

La dipendenza da gioco d’azzardo è  insidiosa, perché difficilmente individuabile, ad alta recidività e difficilmente trattabile con gli odierni mezzi terapeutici. A proposito di gioco d’azzardo…

Il gioco d’azzardo sta assumendo proporzioni rilevanti dal punto di vista sanitario, sociale ed economico. L’Italia risulta il primo paese per il Gratta e Vinci, per il numero di macchine da gioco di ultima generazione, ben il triplo rispetto gli Usa.

Le sensazioni di piacere e di eccitazione che animano il giocatore, il sentimento di onnipotenza connesso a delle sue presunte “capacità” che altro non sono che “fortuna”, lo spingono a perseverare, e, quando perde, “vuole rifarsi” investendo denaro, spesso, preso  in prestito con indebitamento della famiglia e successivo dissesto finanziario.

Un meccanismo compulsivo perverso, che sta divenendo malattia sociale.

Se non trattato per tempo, un disturbo come la dipendenza da gioco comporta, innanzitutto, gravi problemi economici e problemi interpersonali (specie con i parenti e gli amici).
In secondo luogo, può implicare problemi legali, carcerazione, perdita del lavoro, insorgenza di altre dipendenze (alcol o droghe), depressione e, nei casi estremi, suicidio.

DIPENDENZA DA SHOPPING E ACQUISTI COMPULSIVI

Lo voglio, lo voglio, assolutamente lo voglio”!

Potrebbero sembrare le parole di un bambino che sta facendo i capricci per un giocattolo che vuole a tutti i costi.  Non si tratta di questo.

E’ il pensiero ripetitivo che accompagna l’azione del “compratore compulsivo”, di preferenza rappresentanti del gentil sesso, di qualsiasi status sociale e culturale.

Un modo di riempire una voragine di vuoto, una sensazione di buco nero dentro il quale si sprofonda insieme all’indebitamento.

Un  assordante grido di aiuto che travalica qualsiasi logica razionale, del resto come potrebbe essere una grave patologia?

Abbiamo tre fasi della dipendenza da shopping:

  • euforia per l’acquisto e impulso a comprare;
  • dissociazione e alterazione dello spazio-tempo durante l’acquisto con illusorio stato di benessere;
  • vissuti negativi, quali senso di colpa e vergogna per il circolo di dipendenza intrapreso.

La psicoterapia individuale cognitivo comportamentale è la strada che porta a risultati migliori, aiutando la persona a colmare il vuoto che lo shopping dovrebbe colmare, aiutandola a dare un senso ai suoi vissuti depressivi, ai suoi impulsi irrefrenabili di acquisto, ai suoi vissuti di inadeguatezza. Il tutto per accompagnare la persona a liberarsi da una patologia subdola, che ingabbia in uno schematico modus operandi, che travalica logica e razionalità.

DIPENDENZA SESSUALE, “SEXSUAL ADDICTION”

La dipendenza sessuale è una condizione in cui il soggetto non può gestire il proprio comportamento sessuale. I pensieri sessuali persistenti influenzano la sua capacità di lavorare, mantenere relazioni e adempiere alle proprie attività quotidiane.

Sexual addiction“, termine di uso abituale anche in Italia, si può tradurre come dipendenza sessualeipersessualità o comportamento sessuale compulsivo. È anche conosciuto come ninfomania nelle femmine e satiriasi negli uomini.

Nella dipendenza sessuale la persona è dipendente da un’attività, non da una sostanza. Il trattamento psicologico può quindi essere d’aiuto, mentre senza trattamento adeguato può peggiorare drasticamente.

Quali sono le caratteristiche della sexual addiction?

  • La dipendenza sessuale impedisce alle persone di gestire il proprio comportamento sessuale. Perché succeda ancora non è chiaro.
  • Può avere un grave impatto sulla vita di una persona, anche se non l’hanno ancora classificata come una condizione diagnosticabile.
  • I comportamenti di una dipendenza sessuale tipici includono la masturbazione compulsiva, lo sfruttamento della prostituzione, l’uso persistente della pornografia, escort, esibizionismo, voyeurismo, atti estremi di sesso e l’incapacità di resistere agli impulsi sessuali.
  • Centri di trattamento e gruppi di aiuto / auto-supporto possono essere di grande aiuto con la dipendenza sessuale.

Il comportamento da dipendenza sessuale non trattato può lasciare all’individuo forti sensi di colpa e scarsa autostima. Alcuni pazienti possono sviluppare grave ansia e depressione.

Altre complicazioni possono includere:

  • problemi di relazione familiare e rotture;
  • problemi finanziari;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • legalità legali, se l’atto sessuale è illegale o pubblicamente dirompente, come nell’esibizionismo.

QUALE SIGNIFICATO DARE ALLE DIPENDENZE

Sebbene le dipendenze più note siano quelle legate alle droghe e all’alcool, oggi assistiamo al proliferare di Nuove Dipendenze non legate all’abuso di sostanze.

Per citarne alcune: il cibo, il sesso, internet, i videogiochi, lo shopping compulsivo, il gioco d’azzardo, ripetuti e incessanti innamoramenti della persona, da cui non puoi assolutamente essere lasciato ma neppure lasciare.

Tutte  accomunate  dalla sensazione di provare piacere, smorzare stati emotivi negativi, alleviare il dolore e la solitudine. Così si evade dal quotidiano denso di malessere e vuoto.

I fenomeni della dipendenza si dipanano da una condizione di pseudo-normalità, quale, ad esempio, trascorrere qualche momento in internet, a condizioni di totale dipendenza dallo strumento.

Qui scatta il tempo  in cui il soggetto non ha più alcun controllo  sulla realtà e su di sé, ma è tra le spire di un potere oscuro dentro cui si smarrisce: la malattia.

PRENOTA UN APPUNTAMENTO