­

Transgender

L’identità di genere è  il genere che la persona sente come proprio, indipendentemente dal suo sesso biologico e dai suoi genitali.

Come precisato il termine sesso fa riferimento ad una categoria anatomica e biologica (maschio o femmina), mentre con il termine genere (maschile, femminile) si fa riferimento all’aspetto psicologico.

L’identità di genere può essere: maschile, femminile, transessuale (o transgender).

Si parla, infatti, di disturbo di identità di genere per fare riferimento al “sentirsi” di un genere diverso da quello assegnato dalla natura.

Con il termine transessuale” si intendono  persone nate biologicamente con caratteristiche sessuali maschili o femminili, ma che “sentono” di “essere in un corpo sbagliato” e hanno effettuato una trasformazione fisica  verso l’identità di genere del sesso opposto a quello di appartenenza.

In Italia per i transessuali è previsto un percorso di riattribuzione del sesso della durata di circa due ann,i comprensivo anche di un adeguato sostegno psicologico, il tutto a carico dello Stato.

PRENOTA UN APPUNTAMENTO

L’ identità sessuale : significato e valore

L’identità sessuale, si struttura nel corso del tempo,  e vi concorrono  fattori biologici, ambientali, culturali, sociali e  psicologici. Include, oltre al genere di appartenenza,( maschio o femmina),  il modo in cui la persona vive il [...]

TRA SESSO BIOLOGICO E SESSO PSICOLOGICO: UNA SFIDA NELLA COSTRUZIONE DELL’IDENTITA’?

Ciascuno di noi è trattato fin dalla nascita, spesso quando ancora è dentro il grembo materno, in base alla specifica   appartenenza biologica (–maschio o femmina ) che gli viene attribuita a partire dagli organi genitali [...]