Famiglie ricomposte

Gli studi recenti su un’ampia casistica, parlano di una percentuale, intorno al 40% di coppie separate o in via di separazione, tanto che essere figli di genitori separati, oggi non costituisce più un elemento discriminante tra i pari, proprio perché traduce un’esperienza ampiamente condivisa.
Rispetto alla genitorialità, nei primi due anni dalla fine del rapporto, si osserva un “calo della capacità genitoriale”, che si manifesta con carenza di supporto, facile irritabilità alle richieste dei figli, iper-responsabilità, specie per le madri che si trovano ad affrontare il mondo lavorativo ed assolvere, al tempo stesso, a ruoli normativi, per lo più di spettanza paterna. A ciò possono affiancarsi: problemi di ordine economico, modifica dello stile di vita cui si era abituati. Di contro, da parte del genitore che esce di casa, si osserva il soddisfacimento delle richieste dei figli attraverso il ricorso alla Carta di Credito, che diviene mezzo di “accaparramento” dei figli, divenendo il “genitore buono, comprensivo e molto generoso”!

PRENOTA UN APPUNTAMENTO